SBC ha un Supervisor per gestire grandi edifici e infrastrutture

1475

Saia PCD Supervisor è una soluzione SCADA aperta, scalabile e in grado di offrire una gestione efficiente per ogni tipo di impianto

Saia Burgess Controls (SBC) ha presentato il nuovo Saia PCD Supervisor, una soluzione SCADA scalabile per la gestione di grandi edifici e infrastrutture.
Si tratta di una piattaforma software scalabile, dotata di standard di comunicazione aperti, interfaccia utente personalizzabile, dashboard dedicate e funzione di controllo remoto.

Una gestione efficiente di ogni tipo di impianto
Diventa così possibile gestire dalla semplice regolazione di impianti HVAC ai sistemi di gestione per edifici e impianti multi-sito offrendo una maggiore flessibilità e un’elevata produttività, mentre sistemi di terze parti, quali contatori dell’energia elettrica e dell’acqua, sistemi d’allarme o sistemi di approvvigionamento elettrico, risultano particolarmente semplici da integrare grazie agli standard di comunicazione aperti.

Addio a problemi di sicurezza e incompatibilità
Grazie a Saia PCD Supervisor le funzioni di visualizzazione, interazione, monitoraggio e gestione dei report sono integrate in un’unica soluzione. Ne consegue un’elevata facilità di utilizzo. Inoltre, gli utenti possono raccogliere i dati in modo personalizzato e visualizzarli in un ambiente unico basato su HTML5 così da avere sempre sotto controllo parametri importanti e rilevare rapidamente eventuali problemi o guasti. Inoltre, l’utilizzo di HTML5 rende superfluo Java e consente di prevenire problemi di sicurezza e incompatibilità durante l’utilizzo della visualizzazione via web.
Saia PCD Supervisor può essere utilizzato comodamente su computer, tablet o smartphone attraverso un comune browser.

Personalizzare i profili utente
Inoltre, con Saia PCD Supervisor la gestione dei singoli gruppi di utenti è personalizzabile. L’integrazione LDAP consente, infatti, di acquisire facilmente i profili utente esistenti e di personalizzarne i diritti, così da configurare un’interfaccia utente individuale, specifica per ciascun utente e consentire l’accesso ai dati di cui realmente necessita.
Non ultimo, per avere costantemente sotto controllo tempi di reazione, sicurezza e prestazioni, anche in caso di modifiche apportate agli impianti e all’infrastruttura informatica, è possibile utilizzare server virtuali, database ridondanti, ingegnerizzazione e funzionamento in modalità multiutente, oltre al collegamento con controllori SBC ridondanti o interfacce IoT.

Migrazione dei dati senza soluzione di continuità
Durante la configurazione di Saia PCD Supervisor, un efficiente sistema di filtri consente una facile selezione di informazioni rilevanti che si vogliono importare nel sistema: l’importazione guidata dei dati assiste l’utente e agevola la migrazione dei dati da tutti i controllori Saia PG5 senza soluzione di continuità. In questo modo gli integratori di sistemi impiegano meno tempo nell’eseguire la configurazione e possono consegnare il sistema in tempi rapidi.

La funzione di ingegneria remota consente di effettuare le configurazioni dell’impianto senza accedere fisicamente dell’hardware. Saia PCD Supervisor può, dunque, essere programmato senza spostarsi dall’ufficio, con un notevole risparmio di lavoro e di tempo.
L’utilizzo di protocolli aperti per l’automazione quali BACnet, KNX o Modbus offre, infine, un’elevata flessibilità per applicazioni personalizzate e consente di combinare prodotti SBC con i sistemi tecnologici di terze parti.

Il risultato è una maggiore semplicità in fase di progettazione dell’impianto e allo stesso tempo una protezione dell’investimento in caso di futuri adattamenti e ampliamenti.