Forum telecontrollo innovazione e continuità

613

Appuntamento il 24 e il 25 ottobre con l’appuntamento più importante per quanti operano nell’ambito del telecontrollo e vogliono capire le evoluzioni future

Il Forum Telecontrollo, giunto alla 15esima edizione, rappresenta un evento unico a livello europeo. Un evento che, negli ultimi, ha avuto un ulteriore incremento favorito dalla collaborazione organizzativa di Messe Frankfurt. Un binomio vincente, quello con Anie, più volte sottolineato anche da Marco Vecchio, segretario di Anie Automazione, nel corso della conferenza di lancio dell’evento.

Francesca Selva, Vice President Messe Frankfurt, ha così ricordato come l’appuntamento del 24 e 25 ottobre a Verona sarà un’ottima occasione di incrementare soprattutto le sessioni tecniche, che da sempre rappresentano l’elemento qualificando del “Telecontrollo Made in Italy”, che al momento vanta già 23 sponsor confermati e che riconoscerà crediti formativi agli iscritti all’Ordine degli Ingegneri e dei periti.

Perché partecipare al Forum Telecontrollo?

Antonio De Bellis, presidente del Gruppo Telecontrollo di Anie, ha ricordato come, negli anni, siamo passati da un mercato in cui, l’unico referente del telecontrollo erano la PA e le Public Utility alla situazione attuale, in cui l’intero sistema Paese è connesso e in cui le realtà manifatturiere rivestono un ruolo determinante. Lo stesso De Bellis ha ricordato come il Forum Telecontrollo rappresenti un appuntamento imprescindibile per chi vuole comprendere l’evoluzione della digitalizzazione e le opportunità di consolidamento.

In Italia, del resto, l’esperienza non manca, grazie all’alto grado di industrializzazione e al un forte tessuto imprenditoriale. Il tutto senza trascurare il fatto che i robot e, soprattutto, l’intelligenza artificiale stanno rivoluzionando i processi produttivi. Una rivoluzione che “non possiamo ignorare. Per tale ragione, a Verona guarderemo oltre l’attuale e gettiamo le basi per il futuro”.

Del resto, ha concluso De Bellis, non possiamo dimentica il fatto che, oggi, gli acquedotti presentano grandi inefficienze che, se risolte, permetterebbero di avere risorse per altri investimenti e per raggiungere livelli di eccellenza. La sfida che si pone il Gruppo Telecontrollo è proprio quella di rilanciare l’attività in questo ambito e a “Verona, il 24 e il 25 ottobre, abbiamo l’opportunità di guardare al futuro e discuterne insieme”.