CAD, come aumentare la produttività

1187

Un e-book gratuito spiega come sfruttare al meglio tutti i progetti CAD, compresi quelli più vecchi e sviluppati con piattaforme eterogenee

L’utilizzo di diversi strumenti CAD può rendere la progettazione a dir poco impegnativa. Spesso i progettisti restano intrappolati nei dettagli dell’importazione, dell’apertura e della modifica di un modello e l’effettiva progettazione diventa secondaria rispetto alle limitazioni di un ambiente multi-CAD.

Un progettista non dovrebbe essere costretto a ricreare continuamente un modello perché “è più facile” e un ingegnere non dovrebbe essere costretto a faticare per ore per ottenere una geometria pulita. Il software dovrebbe gestire i dati 3D per loro.

Il mercato permette oggi di superare questi limiti, come spiegato nell’e-book gratuito “Dati multi-CAD e progettazione unificata”, firmato dall’analista Chad Jackson di Lifecycle Insights, in cui vengono descritti nuovi strumenti e tecnologie che consentono di recuperare il tempo. In questo e-book viene illustrato come garantire la possibilità di aprire (senza importare) e modificare facilmente dati di strumenti di progettazione eterogenei.

Nel testo, Jackson si sofferma su tre aspetti fondamentali:

  • come l’utilizzo di dati multi-CAD può influire sugli utili;
  • approfondire le sfide associate all’utilizzo di strumenti di progettazione eterogenei;
  • individuare le soluzioni che aumentano la produttività tra i progettisti.

Del resto Jackson è un’autorità riconosciuta nel campo delle tecnologie che supportano la progettazione tecnica, quali CAD, simulazione, PDM e PLM. Conduce infatti ricerche, produce pubblicazioni, scrive su blog e interviene come oratore in merito al modo in cui la progettazione tecnica sfrutta queste tecnologie per migliorare i processi di progettazione e sviluppo.

Per saperne di più

Proprio l’evoluzione dei sistemi CAD e la retrocompatibilità con le piattaforme precedenti saranno i temi del webinar di BitMAT, in calendario venerdì 24 marzo,. Dalle 10.30 alle 11.30, la nostra redazione approfondirà infatti questi argomenti con due esperti di settore: con la Gabriele Giuliani, Senior Technical Sales Specialist di PTC, e Fabrizio Ferro, Director PreSales di PTC Italia. Un confronto all’interno del quale approfondiremo, all’atto pratico, come la piattaforma Creo di PTC renda possibile aprire e modificare file SolidWorks, NX e Catia.
Allo stesso tempo, i relatori della giornata illustreranno
come recuperare anche vecchi modelli 3D, ripristinando l’intento di progettazione originario ed evitando perdite di tempo. Il tutto in collaborazione con colleghi, fornitori e clienti che utilizzano anche altri sistemi CAD, senza la necessità di convertitori per avere la garanzia di lavorare sul modello corretto, senza perdere dettagli e geometrie.

La partecipazione all’evento è gratuita, previa iscrizione a questo link.

L’e-book “Consolidamento del CAD: Riscrivere le regole dello scambio di progetti” può essere scaricato gratuitamente.