Tante novità a Smau 2016

1896

Una serie di anticipazioni dell’appuntamento in calendario dal 25 ottobre. I lettori di Itis entrano gratis






Migliorare la vivibilità urbana e con essa migliorare i servizi che il settore pubblico offre al cittadino come la sicurezza delle città, la mobilità, la valorizzazione e il mantenimento del patrimonio culturale, garantendo una fruizione più intelligente, mediante servizi a supporto del turismo, della cultura e del tempo libero sono solo alcuni degli obiettivi che le città si pongono per essere sempre più “intelligenti” e Smau, attraverso un calendario di appuntamenti dedicati al tema delle Smart Communities si proporrà di supportare le amministrazioni del territorio nel perseguirli attraverso l’incontro con l’ecosistema dell’innovazione presente dal 25 al 27 ottobre a Fieramilanocity.

Ad aprire il dibattito sul tema delle Smart Community il 25 ottobre l’ evento #ImpreseCittà: tecnologie al servizio dell’innovazione, appuntamento a porte chiuse dedicato ad amministrazioni pubbliche e imprese, organizzato da Anci e il Cluster Nazionale SmartCommunitiesTech, con l’obiettivo di approfondire le opportunità dell’innovazione in settori chiave per lo sviluppo delle comunità intelligenti; al cui termine, in una sessione conclusiva pubblica dalle 16:30 alle 17:30 nello studio TV, verranno condivisi con tutti i visitatori gli aspetti principali dei quattro tavoli di lavoro su mobilità, Agenda digitale e e-democracy, Energia, Sicurezza e monitoraggio del territorio. “Sarà una giornata di lavoro molto stimolante che metterà a confronto le aspettative e la domanda di innovazione delle Città più Smart italiane e l’offerta di soluzioni tecnologiche e applicative delle Imprese. – Anticipa Laura Morgagni Direttore di fondazione Torino Wireless, l’organo di gestione del Cluster SmartCommunitiesTech. – Hanno già confermato città metropolitane come Firenze e Torino, ma anche comuni di medie dimensioni come Empoli, Bergamo, Aversa, Ferrara, Trieste. Tra le imprese annoveriamo già player come Aizoon, Europcar, Cisco, Parksmart. Questo è il primo momento di incontro, l’inizio di un percorso guidato dal Cluster per concretizzare progetti di innovazione congiunta e la replicabilità di modelli e soluzioni esistenti.”

Sempre il 25 ottobre si terrà la presentazione del Piano Operativo Nazionale per le Città Metropolitane 2014-2020 realizzato dall’Agenzia di Coesione Territoriale. Il Piano ha una dotazione complessiva di 900mila euro su 5 assi dedicati allo sviluppo delle smart city e di progetti di innovazione sociale (Agenda Digitale Metropolitana, Sostenibilità dei servizi della mobilità urbana, Servizi per l’Inclusione sociale, Infrastrutture per l’Inclusione sociale, Assistenza Tecnica). Il workshop presenterà illustrerà i temi e le opportunità del Programma.

Smart Community

Gli appuntamenti del 25 ottobre andrà ad arricchire l’articolato calendario degli Smau Live Show dedicati alla tematica: Smart Communities, risorse e servizi per le nuove città (25 ottobre ore 11:30 Main Stage), Servizi ai cittadini, innovazione per aumentare efficienza e accessibilità (26 ottobre ore 11:30 Main Stage), Mobilità, tecnologie, prodotti e servizi (26 ottobre ore 14:30 Main Stage), Smart mobility: tecnologie al servizio del commercio e del turismo (27 ottobre ore 11:30 Main Stage), Smart Communities, risorse e servizi per le città intelligenti (27 ottobre ore 14:30).

Dedicata al tema della Smart mobility è la partecipazione di Europcar che parteciperà ad uno degli Smau live show in programma rappresentata da Fabrizio Ruggiero, Deputy CEO, Sales, Marketing, Customers & InterRent del Gruppo Europcar, il quale anticipa: “Smau Milano rappresenta una piattaforma ideale per sottolineare il percorso di rivoluzione tecnologica e digitale intrapreso dal Gruppo Europcar. Mette infatti perfettamente in luce il nostro DNA e una visione strategica che guarda alla mobilità del domani. Abbiamo infatti costituito un laboratorio interno di ricerca e sviluppo a livello europeo esiamo gli unici ad avere uno strumento simile nel nostro settore: Europcar Lab, attraverso costante attività di elaborazione di prototipi e lanci sul mercato, è l’esempio della nostra volontà di innovare e migliorare costantemente la mobilità dei clienti. Una case history virtuosa del Lab che presentiamo proprio qui a SMAU è Ubeeqo, azienda del gruppo che si presenta sul mercato italiano con una soluzione di corporate car sharing che permette alle aziende clienti di ridurre in maniera significativa la loro flotta aziendale e i costi ad essa legati. Ubeeqo nel portafoglio prodotto ha soluzioni innovative tra cui la possibilità per le aziende di convertire il benefit dell’auto aziendale in crediti di mobilità personale”

Sempre di Smart Communities si parlerà nel Corporate Meeting dedicato in cui nell’arco di 50 minuti 15 imprese si presenteranno alle imprese, al cui termine gli imprenditori avranno la possibilità di conoscersi personalmente e di fissare un appuntamento one-to-one già nei giorni successivi.

Quello dell’innovazione sociale e delle smart communities sarà il tema centrale del Comune di Milano che parteciperà per presentare le proprie iniziative volte a migliorare e ad aumentare il grado di interazione tra l’Amministrazione e le imprese, come ad esempio il programma Città Smart City Lighthouse (Faro) per la quale Milano, insieme a Firenze è stata la prima città italiana ad aver ottenuto importanti finanziamenti dall’ Unione Europea con Horizon 2020 per la realizzazione di infrastrutture smart per la gestione integrati dei dati di mobilità, energia, parcheggi, illuminazione e dell’edilizia residenziale pubblica e privata. E sempre nell’ambito delle iniziative a Smau il Comune presenta i Fab Lab della città, tra i quali saranno presenti Innogrow, Opendot, TheFabLab, Wemake e il Consorzio VialeDeiMille, un soggetto giuridico di forma aggregata dedicato alla promozione dell’economia carceraria. L’obiettivo del Consorzio è la valorizzazione delle imprese e delle cooperative operanti nel circuito penitenziario milanese e la sensibilizzazione di ulteriori soggetti economici volta a generare ulteriori attività di impresa presso gli istituti di pena.

“Una Milano in cui l’innovazione è al servizio dell’inclusione: proiettata nel futuro e solidale – afferma Cristina Tajani, Assessore a Politiche del lavoro, Attività produttive, Commercio e Risorse umane del Comune di Milano – Innovazione tecnologica per favorire il progresso sociale, perché le politiche devono essere utili alla comunità, oltre che alle imprese; e le iniziative Smart, con cui ci presentiamo a Smau, rappresentano esattamente la volontà di migliorare ed aumentare il grado di interazione anche tra l’Amministrazione e le Imprese. Con la presenza a Smau vogliamo, appunto, sottolineare l’importanza del dialogo e dell’incontro in presenza tra le realtà nate dai progetti e il mercato che qui, potranno beneficiare di una piattaforma di contatto diretto”.

Tra i progetti modello di Smart Communities, sarà presentato Campus Lombardia il portale, gratuito e accessibile a tutti, realizzato da Regione Lombardia nel corso dell’anno 2015, che mette a sistema tutte le Università, le residenze universitarie, i centri sportivi del territorio per consentire ai 260.000 studenti universitari di consultare mappa e informazioni sui servizi di loro interesse. Le strutture sono georeferenziate al fine di visualizzare  i collegamenti  da qualsiasi punto della città, con tutti i mezzi di trasporto pubblico.  La piattaforma Campus Lombardia è collegata al sistema E015, l’innovativo ambiente digitale, sviluppato per Expo 2015, che consente di far parlare tra loro i sistemi informatici di attori pubblici e privati. La piattaforma si rivolge a studenti, dottorandi e personale delle università lombarde, per far conoscere la disponibilità dei posti alloggio e dei servizi connessi, in base alle diverse sedi universitarie. Campus Lombardia attualmente è stato sviluppato in lingua italiana e inglese.

Campus Lombardia

Campus Lombardia è uno dei 50 progetti candidati al Premio Innovazione Smau, insieme ad enti e aziende del territorio che quotidianamente operano per rendere città e comuni più vivibili per i propri cittadiniTra queste MM S.p.A., società che nasce nel 1955 per progettare e realizzare le linee metropolitane della città di Milano e che nel corso degli anni MM ha ampliato il suo campo d’intervento, arrivando ad occuparsi di opere di viabilità, parcheggi e edifici pubblici, di interventi di ingegneria idraulica, di riqualificazione urbanistica, di piani territoriali dei trasporti. E che, dal 2014 ha anche la gestione delle case popolari, un compito non da poco a cui ha dovuto rispondere tempestivamente: gestire tra le varie, anche pulizia, riscaldamento, spazi verdi, manutenzione di 1200 edifici, 28 mila unità immobiliari. E proprio di fronte a un carico di responsabilità così importante MM ha pensato di avvalersi della tecnologia per ottimizzare la gestione del personale delle ditte appaltatrici dei servizi essenziali. Un progetto realizzato in collaborazione con Peoplelink per identificare la soluzione ad un grosso problema: quello di dover controllare il lavoro del personale che si occupa della pulizia delle aree comuni delle case popolari. Grazie ad una semplice app da scaricare sul cellulare, si può verificare che l’addetto alla pulizia sia realmente stato sul posto di lavoro. E sempre di coordinamento da parte del personale preposto è l’esempio di successo, vincitore del Premio Innovazione, Publiacqua, la società che si occupa della gestione del servizio idrico integrato dell’Ambito Territoriale Ottimale n. 3 Medio Valdarno, un territorio che interessa 4 Province, Firenze, Prato, Pistoia e Arezzo. Consapevole del fatto che una gestione IT oggi non è più sufficiente, grazie alla collaborazione con Basis Information Technologies, ha utilizzato un tool in grado di gestire e monitorare le attività. Uno strumento intuitivo e in grado di ottimizzare al massimo le risorse consentendo un’interazione efficiente tra operatori di primo, secondo e terzo livello, e in grado di garantire uno scambio ordinato di informazioni, senza passare attraverso le mail.

Mobilità smart

Cambiano le esigenze dei cittadini che vivono la città in maniera sempre più consapevole. Per rispondere ad un’esigenza sempre più sentita come quella della crescente sensibilità per l’ecologia e il benessere fisico il Gruppo Piaggio, il più grande costruttore europeo di veicoli motorizzati a due ruote e uno dei principali Player mondiali in questo settore presenta WI-Bike, la bicicletta elettrica a pedalata assistita, selezionato come caso vincitore del Premio Innovazione Smau. Un veicolo innovativo che risponde alle esigenze di mobilità evoluta e un mezzo divertente per il tempo libero e il fitness. Il cuore tecnologico della bici, rappresentato dal cruscotto, è integrato da un’app che nasce insieme e ne amplia le normali funzioni, creando un collegamento diretto tra device, bici e motore. In concreto, queste caratteristiche si traducono nell’introduzione di una serie di funzioni che lasciano intravedere anche nuovi modelli di business. E cambiano anche le esigenze durante gli spostamenti che, se da si vuole migliorare costantemente l’esperienza di viaggio, dall’altra nasce da una necessità reale sia di lavoro che di svago: la connessione WI-FI libera. Un esempio ci viene fornito da Autostrade per l’Italia che, in collaborazione con TT Tecnosistemi, Business Partner di Hewlett Packard Enterprise ha realizzato 500 punti di accesso libero ripartiti in 280 interni e 220 esterni installati presso le aree di servizio. Un servizio che ad oggi è stato utilizzato da oltre 2,5 milioni di Clienti, che in un anno, si sono scambiati quasi 500 TB di traffico nelle 5 milioni di connessioni effettuate. La facilità di accesso ha permesso anche di potenziare gli scaricamenti dell’app stessa di Autostrade ‘My Way’ per le informazioni sul traffico in tempo reale. La facilità di utilizzo e la continuità del servizio disponibile h24 gratuitamente ha fidelizzato una fetta di viaggiatori tanto da convincere gli operatori Oil & Food della rete di inserire il servizio wi-fi nelle loro offerte commerciali in area di servizio.

Informazioni, conoscenza e capacità di reazione anche nelle emergenze non solo per i cittadini ma anche per sindaci e operatori arriva da un piccolo Comune Rottofreno in provincia di Piacenza di 12.131 abitanti con la App Arturo che lancia l’allarme inondazione e fornisce le prime indicazioni per rispondere all’emergenza. La posizione geografica rende il territorio soggetto a inondazioni durante il periodo delle piene, alcune difficilmente prevedibili. Per questa ragione l’amministrazione ha messo a punto un sistema di allerta che consentirà di rispondere in maniera più tempestiva ed efficace all’emergenza. Il progetto nasce dall’esigenza di reagire in maniera tempestiva ed efficace alle piene del fiume Trebbia, caratterizzate, come quelle dei torrenti, da un repentino e difficilmente prevedibile innalzamento del livello fluviale.

Di basso impatto ambientale e di autonomia energetica si parla con la startup I-TENERE, che offre servizio di progettazione e direzione lavori per la realizzazione di unità abitative low cost e low carbon footprint, rendendo possibile un accesso semplificato e a basso costo a unità abitative di qualità, a basso impatto ambientale, energeticamente autonome, implementabili in ogni contesto geografico e climatico. Di aria pulita e di uffici e città più sane e a misura d’uomo si parla con IS CLEAN AIR, Startup di Invitalia, società di scopo del gruppo Istech nata con lo specifico obiettivo di industrializzare, sviluppare e diffondere nel mercato italiano ed internazionale APA (Air Pollution Abatement), l’innovativa soluzione tecnologica che lavora per l’abbattimento degli inquinanti dell’aria ambiente negli ambiti industriali, produttivi e urbani. Contro lo spreco alimentare si parla con Last Minute Sotto Casa, startup di Impact Hub Milano, un progetto contro lo spreco alimentare dove a vincere sono in tre: il piccolo esercente di quartiere, il cliente e il pianeta. Una nuova formula di “live-marketing di prossimità” che consente ai negozi con prodotti alimentari in eccedenza e/o in scadenza, di informare con immediatezza e semplicità migliaia di cittadini nelle vicinanze tramite smartphone. Un  progetto in cui il negoziante trasforma le sue perdite generate dall’invenduto in nuovi ricavi prima impensabili, attirando possibili nuovi clienti presso il punto vendita, il cliente acquista a prezzi altamente scontati un prodotto fresco e il Pianeta ne beneficia. Promozione del territorio sul piano turistico, culturale e commerciale con adeguamento dei dati al protocollo E015 di Regione Lombardia è invece la proposta di Maply, startup di Bergamo Sviluppo.

I lettori di Itis possono accedere gratuitamente a Smau registrandosi a questo indirizzo.